Presentare la dichiarazione TARI

Presentare la dichiarazione TARI

Con la dichiarazione TARI il contribuente mette a conoscenza il Comune di quelle variazioni, oggettive o soggettive, da cui consegue un diverso ammontare dell’imposta dovuta. La TARI infatti non viene applicata automaticamente sulla base dell'espletamento delle pratiche anagrafiche, ai fini dell'applicazione della tassa occorre presentare apposita dichiarazione indicando:

  • l'inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza
  • la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni
  • il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni.

La dichiarazione deve essere presentata:

  • per le utenze domestiche, nel caso di residenti da uno dei componenti maggiorenni del nucleo familiare e nel caso di non residenti da uno dei detentori/possessori a qualsiasi titolo
  • per le utenze non domestiche, dal legale rappresentante della ditta o società che occupa i locali
  • per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, dal gestore dei servizi comuni.

Sono comunque valide le dichiarazioni TARSU/TIA/TARES già presentate e registrate in banca dati, salvo intervenute variazioni. Se non intervengono cambiamenti la dichiarazione vale anche per gli anni successivi.

In Comune di Lodi…

Per le famiglie residenti non occorre presentare la dichiarazione TARI in caso di modifica del nucleo familiare in quanto il servizio tributario recupererà il dato direttamente dai servizi demografici. Le variazioni intervenute nel corso dell'anno avranno efficacia a partire dall'anno successivo.

I nuclei familiari non residenti si considerano composti da due persone. La diversa composizione del nucleo potrà essere dichiarata dal soggetto intestatario della bolletta presentando la dichiarazione TARI entro il 30 giugno.

La dichiarazione di cessazione presentata oltre il termine potrà avere efficacia retroattiva qualora il contribuente dimostri di non aver occupato o detenuto i locali o aree (attestazione di chiusura delle utenze dei servizi pubblici, vendita dell'immobile, dichiarazione del proprietario di disdetta del contratto di locazione) oppure il tributo sia stato assolto dal soggetto subentrante.


In caso di omessa presentazione della dichiarazione di occupazione si applica la sanzione dal 100% al 200% del tributo non versato con un minimo di 50,00 €.

In caso di incompleta e infedele denuncia esempio superficie inferiore a quella effettivamente occupata) si applica la sanzione dal 50% al 100% del tributo non versato con un minimo di 50,00 €.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Lavoro Tasse
Io sono: Imprenditore
Ultimo aggiornamento: 17/09/2018 17:16.28