Chiedere l'applicazione di agevolazioni IMU

Chiedere l'applicazione di agevolazioni IMU

Il Comune ha previsto l'applicazione di aliquote agevolate.
Per usufruire di queste agevolazioni IMU, in base alla tipologia di agevolazione richiesta, occorre presentare dichiarazione IMU o modulo applicazione agevolazioni predisposto dal Comune.

Il termine per la presentazione della dichiarazione IMU è il 30 giugno dell'anno successivo a quello oggetto dell'agevolazione.

Il termine per la presentazione del modulo applicazione agevolazioni IMU è il 31/12 dell'anno oggetto dell'agevolazione. 

La richiesta di agevolazione dovrà essere presentata il primo anno di applicazione e avrà validità anche per le annualità successive.Dovrà inoltre essere presentata in caso di variazioni rispetto a quanto già comunicato.

Il mancato rispetto dei termini su indicati comporta la decadenza del beneficio.

Sono previste le seguenti agevolazioni:

Pertinenza abitazione principale (modulo applicazione agevolazioni)

Esenzione dell'IMU per le pertinenze dell'abitazione principale.

Per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 con un limite massimo di un’unità per ciascuna delle categorie catastali indicate.

Uso gratuito

Agevolazione statale:

Riduzione del 50% della base imponibile IMU dell'immobile e aliquota ridotta allo 0,76% per gli immobili concessi in uso gratuito a figli/genitori (parenti in linea retta entro il 1° grado) come previsto dalla legge di stabilità 2016. Per godere della riduzione è necessario presentare la Dichiarazione IMU.

Agevolazione comunale:

Aliquota ridotta allo 0,76% per le abitazioni concesse in uso gratuito ai parenti di 2° grado (nonni e nipoti) e 1° grado per i soggetti che non rientrano nell'agevolazione della riduzione d'imposta al 50%​​​​​​. Per godere della riduzione è necessario presentare il modulo applicazione agevolazioni.

E' escluso il rapporto di parentela tra fratello e sorella.
La concessione delle pertinenze è limitata ad un'unità per categoria catastale in C/2, C/6 e C/7.

Affitto definito da accordi fra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori (modulo applicazione agevolazioni)

Aliquote ridotte per le unità immobiliari concesse in locazione a titolo di abitazione principale con relativa pertinenza, secondo i principi indicati nell'accordo stipulato tra Amministrazione comunale e organizzazione della proprietà edilizia e dei conduttori a livello territoriale ai sensi della Legge 09/12/1998, n. 431, art. 2, com. 3 e precisamente:

  • aliquota ridotta allo 0,64% per i contratti con durata di locazione 6 + 2
  • aliquota ridotta allo 0,69% per i contratti con durata di locazione 3 + 2.              

L'imposta determinata applicando le aliquote stabilite è ridotta al 75%

Esercizio di attività produttiva

Aliquota ridotta allo 0,87% per le unità immobiliari appartenenti alla categoria catastale C/1, C/2 e C/3 utilizzate direttamente dal soggetto passivo per lo svolgimento della propria attività produttiva (dichiarazione IMU) e per quelle concesse in locazione destinate sempre all'esercizio di attività produttive commerciali, artigianali con l'esclusione delle attività di servizio (Modulo applicazione agevolazioni).

Anziani o disabili ricoverati in istituti di ricovero (modulo applicazione agevolazioni)

Aliquota ridotta allo 0,64% per le abitazioni possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, qualora siano locate.

ONLUS (modulo applicazione agevolazioni)

Aliquota ridotta allo 0,64% per le unità immobiliari possedute dalle ONLUS (individuate dal Decreto legislativo 04/12/1997, n. 460, art. 10) e utilizzate direttamente.

Sale cinematografiche (modulo applicazione agevolazioni)

Aliquota ridotta allo 0,76% per le unità immobiliari appartenenti alla categoria catastale D/3 e destinate esclusivamente a sale cinematografiche.

Musei (modulo applicazione agevolazioni)

Esenzione per i possessori di unità immobiliari adibite a Musei (categoria catastale B/6) riconosciuti dalla Regione Lombardia.

Unità immobiliari destinate a soggetti in condizione di fragilità

Aliquota ridotta allo 0,63% per le unità immobiliari destinate a soggetti in condizione di fragilità. La fruizione dell'agevolazione comporta la sottoscrizione di specifici accordi con i servizi sociali comunali approvati dall'Amministrazione comunale.

Per qualsiasi informazione relativamente a quest'ultima agevolazione occorre rivolgersi all'ufficio servizi sociali del Comune.

Ultimo aggiornamento: 07/05/2019 10:12.37